D, LA VITAMINA DEL SOLE - BLOG - saluteXtrema Erboristeria on line di Fabio Meloni

saluteXtrema Health Food Store
Mostra carrello
Vai ai contenuti

Menu principale:

D, LA VITAMINA DEL SOLE

saluteXtrema Erboristeria on line di Fabio Meloni
Pubblicato da in INTEGRATORI ALIMENTARI ·
Tags: vitaminaDossasistemaimmunitariosoletestosterone

La vitamina D ha molti ruoli importanti nel nostro corpo; i più conosciuti sono: l'assorbimento del calcio, la crescita cellulare e il mantenimento di un sistema immunitario sano.

La principale fonte di vitamina D è la produzione nella pelle dopo l'esposizione alla luce solare. Piccole quantità di vitamina D sono disponibili in alcuni alimenti. Perché la vitamina D funzioni in modo efficace, deve essere attivata dal fegato e dai reni, trasformandola poi in un ormone.

La vitamina D ha molti ruoli all'interno del corpo. Il ruolo più conosciuto è la sua capacità di aiutare l'organismo ad assorbire calcio e fosforo.

La vitamina D aiuta anche a:

  • sviluppo e forza ossea
  • crescita cellulare
  • mantenere un sistema immunitario sano
  • funzione ormonale
  • regolazione del sistema nervoso

Oltre al suo importante ruolo nel mantenimento della salute delle ossa, la vitamina D può anche avere un ruolo importante in altre malattie come il diabete, il cancro e l'infezione. Queste sono attualmente aree di intensa ricerca.

La carenza di vitamina D è una condizione comune, che colpisce un gran numero di donne.

La principale fonte di vitamina D del corpo proviene dalla pelle esposta alle radiazioni UV alla luce del sole. Quando la luce del sole colpisce la pelle, reagisce con una sostanza simile al colesterolo e produce vitamina D. La quantità di esposizione solare necessaria dipende dal colore della pelle, dalla zona geografica in cui si vive e il periodo dell'anno.

Anche se l'Italia ha uno dei più alti livelli di radiazione UV nel mondo ed è ben noto per la sua abbondanza di sole, la ricerca ha trovato molte persone carenti di vitamina D a causa della quantità di tempo che le persone passano al chiuso.

Quelli che rischiano maggiormente di avere una carenza di vitamina D sono:

  • persone anziane e persone che vivono in cura (come ospedali o riabilitazione) - in particolare quelli che rimangono in casa o non possono camminare e hanno un'esposizione limitata alla luce del sole
  • persone con malattia gastrointestinale
  • persone che assumono determinati farmaci (ad es. antiepilettici)
  • persone che coprono o velano la loro pelle per motivi religiosi o culturali
  • persone dalla pelle scura
  • donne incinte
  • donne in postmenopausa

I livelli di vitamina D sono stagionali e cadono in inverno e all'inizio della primavera quando le persone hanno meno probabilità di stare all'aperto.

I livelli di vitamina D possono essere misurati attraverso un semplice esame del sangue.

LIVELLO DI CARENZA/SUFFICIENZA/TOSSICITA' DELLA VITAMINA D - INTERVALLO IN ng/mL

  • carenza: <10 ng/mL
  • insufficienza: 10 - 30 ng/mL
  • sufficienza: 30 - 100 ng/mL
  • tossicità: >100 ng/mL

Di solito sono necessari 10-15 minuti di esposizione al sole esterno al giorno per la produzione di vitamina D adeguata.
Come guida generale, esporre viso, braccia, mani o gambe per:

  • 10 minuti in estate
  • 5-20 minuti in primavera e autunno
  • 30 minuti in inverno

Le fonti alimentari di vitamina D sono limitate e possono provenire da:

  • le piante (vitamina D2) come i funghi - shitake e champignon sono buone opzioni
  • fonti animali (vitamina D3) come fegato, pesce (tonno, salmone, sardine, aringhe e sgombri) e tuorlo d'uovo: un uovo può fornire il 10% del fabbisogno giornaliero.
  • alimenti fortificati artificialmente
È molto difficile ottenere quantità adeguate di vitamina D da queste sole fonti.

Un'altra opzione per migliorare i livelli di vitamina D sono i supplemeti.

Chiedi il parere del tuo medico prima di assumere un integratore di vitamina D!

Vitamina D e Testosterone
Una ragionevole quantità di ricerche suggerisce un'associazione tra livelli adeguati di vitamina D nel corpo, misurata con 25 (OH) D e testosterone totale (TT).
In uno studio cross-sectional del 2012, gli scienziati hanno misurato i livelli di testosterone libero (FT), testosterone totale (TT) e 25 (OH) D in 1.362 maschi, principalmente operatori sanitari bianchi di età superiore ai 40. I ricercatori hanno diviso 25 (OH ) D per quintile e notato un'associazione positiva e indipendente tra le concentrazioni di 25 (OH) D e i livelli di TT e FT. Dal più basso al più alto, 25 (OH) D quintile TT era 18,5, 19,4, 19,6, 20,1 e 20,0 nmol / L, e FT era 97,7, 98,2, 99,2, 100,7 e 101,5 pmol / L.  Soprattutto, i ricercatori hanno notato "che l'associazione tra 25 (OH) D e testosterone totale e libero è lineare a livelli inferiori di 25 (OH) D (sotto circa 75-85 nmol / L), raggiungendo un plateau a livelli più alti . " Ciò suggerisce che l'associazione positiva tra vitamina D e livelli di testosterone libero e totale si interrompe quando i livelli di vitamina D sono ottimali nel corpo.

Un altro studio trasversale ha cercato di studiare l'associazione tra vitamina D e testosterone in 652 uomini coreani con un'età media di 56.7 anni. I ricercatori hanno misurato le concentrazioni sieriche di TT, FT e vitamina D (nella forma di [25 (OH) D]). I soggetti avevano un valore medio sierico 25 (OH) D di 21,23 ng / ml, valore medio sierica TT pari a 4,70 ng / mL e un valore medio sierico di 2,70 ng / mL. Dopo essersi adattati a fattori demografici e di stile di vita come età, stagione, indice di massa corporea, malattia cronica e consumo di alcol, i ricercatori hanno osservato una correlazione positiva tra TT, FT e 25 (OH) D.  Inoltre, hanno notato che i soggetti con livelli ottimali di testosterone (> 26.51 ng / mL) avevano, in media, il 15% in più di vitamina D rispetto a quelli con livelli ottimali di testosterone.

Poiché la vitamina D svolge un ruolo chiave nelle prestazioni atletiche ottimali, gli scienziati hanno anche studiato la relazione tra livelli di siero 25 (OH) D e testosterone in uomini giovani e attivi. In uno studio del 2015, i ricercatori hanno eseguito un'analisi retrospettiva di 312 membri del servizio militare a Fort Bragg, nel North Carolina. Le concentrazioni medie di vitamina D nel siero erano 29,9 ng / mL, con il 52% dei soggetti a livelli subottimali. Gli scienziati hanno notato che "le concentrazioni sieriche di vitamina D erano un fattore predittivo significativo del testosterone totale quando si controllano l'età e l'indice di massa corporea".  Questi dati suggeriscono che le persone altamente attive, come il personale militare e gli atleti, possono rimediare al basso livello di testosterone ottimizzando il loro livelli di vitamina D.

Gli scienziati hanno anche osservato una correlazione diretta tra vitamina D e testosterone nelle donne. In un recente studio trasversale, i ricercatori hanno reclutato 73 donne sane e non obese con cicli mestruali regolari e nessuna storia di squilibrio ormonale. Dopo aver aggiustato per età, indice di massa corporea, livelli di lipidi e altre variabili di salute, i ricercatori hanno osservato una correlazione positiva e significativa tra le concentrazioni sieriche di 25 (OH) D e i livelli di testosterone totale. Ciò suggerisce che l'aumento dei livelli di vitamina D possono ripristinare i livelli sani di testosterone, anche se ulteriori ricerche per indagare il meccanismo attraverso il quale questo accade devono essere fatte.

In uno studio randomizzato controllato del 2011, i ricercatori hanno reclutato 54 uomini sani i cui livelli medi di 25 (OH) D erano nell'intervallo di carenza per un intervento di un anno. Hanno diviso i soggetti in due gruppi. Il primo gruppo di 23 uomini ha avuto una media di 25 (OH) D di 32,5 nmol / L e ha assunto un placebo al giorno. Il secondo gruppo di 31 uomini ha avuto un valore medio di 25 (OH) D di 29,7 nmol / L e assunto un supplemento giornaliero di vitamina D 3332-IU. Al termine dello studio, i ricercatori hanno osservato un aumento significativo del testosterone totale da 10.7 nmol / L a 13.4 nmol / L nel gruppo degli integratori. Al contrario, non c'erano quasi cambiamenti nelle concentrazioni di testosterone nel gruppo placebo. Questi risultati suggeriscono che gli uomini carenti di vitamina D che assumono un adeguato integratore di vitamina D possono correggere bassi livelli di testosterone.

Vitamina D e vitamina K2
Il partner naturale della vitamina D3 è la vitamina K2. Recenti ricerche hanno dimostrato che un'assunzione eccessiva di calcio da sola può essere dannosa per l'organismo. Il calcio aggiuntivo deve essere correttamente utilizzato o può presentarsi nei luoghi sbagliati e causare malattie. Utilizzando coscientemente la vitamina K2 insieme alla D3, questo problema del "calcio metastatico" è completamente evitato.

La vitamina K2 attiva diverse importanti proteine ​​nel corpo. Henrick Dam, una ricercatrice danese, scoprì la vitamina K nel 1939 (e vinse il premio Nobel per la sua scoperta nel 1943). Poiché la parola danese per la coagulazione del sangue era la koagulazione, Dam ha chiamato la molecola vitamina K. La vitamina K è essenziale per il funzionamento di otto proteine ​​coinvolte nella coagulazione del sangue.

Un grave malinteso medico circonda la vitamina K. La maggior parte dei medici ritiene che la vitamina K "causi" la coagulazione. È vero che i bambini nati deficienti in K hanno bisogno di iniezioni per ripristinare la coagulazione. È anche noto che Coumadin, un altro rodenticida, avvelena la funzione di coagulazione della vitamina K che causa l'assottigliamento del sangue. A dosi davvero alte questo può uccidere un topo. A dosi adeguatamente controllate, può sciogliere un coagulo di sangue minaccioso in un paziente umano.

La comprensione corretta è che la vitamina K, attraverso un passaggio chimico chiamato carbossilazione, regola e bilancia il sistema di coagulazione nel suo complesso.

Magnesio e vitamina D
I ricercatori sottolineano l'importanza di assumere abbastanza di questo minerale, che aiuta il metabolismo, o "attivazione", della vitamina D in modo che possa essere utilizzata dall'organismo.

"La gente sta assumendo integratori di vitamina D ma non si rende conto di come viene metabolizzata", ha detto in una dichiarazione il coautore dello studio Mohammed Razzaque, professore di patologia al Lake Erie College of Osteopathic Medicine in Pennsylvania . "Senza magnesio, la vitamina D non è veramente utile."

Il magnesio è il quarto minerale più abbondante nel corpo dopo calcio, potassio e sodio, hanno detto i ricercatori. L'elemento attiva centinaia di enzimi coinvolti in importanti reazioni biologiche, inclusi gli enzimi che svolgono un ruolo nel metabolismo della vitamina D, secondo la rivista.

Ma molte persone non hanno abbastanza magnesio - la quantità raccomandata di magnesio è 400-420 milligrammi al giorno per gli uomini e 310-320 mg al giorno per le donne.

Ricerche precedenti hanno suggerito che il consumo di magnesio può ridurre il rischio di carenza di vitamina D: Uno studio del 2013 ha rilevato che le persone che consumavano livelli relativamente elevati di magnesio avevano meno probabilità di avere bassi livelli di vitamina D, rispetto alle persone che non avevano abbastanza magnesio.

Può essere che le persone che ricevono abbastanza magnesio richiedono meno supplementazione di vitamina D per raggiungere livelli adeguati. Razzaque disse: "Consumando una quantità ottimale di magnesio, si può essere in grado di ridurre i rischi di carenza di vitamina D".

Alcuni studi hanno anche scoperto che le persone con più elevate assunzioni di magnesio hanno una maggiore densità minerale ossea e un minor rischio di osteoporosi , rispetto alle persone con bassi livelli di assunzione di magnesio. Tuttavia, sono necessarie ulteriori ricerche per verificare se l'assunzione di integratori di magnesio può prevenire o curare l'osteoporosi.

Alimenti ricchi di magnesio includono mandorle, banane, fagioli, broccoli, riso integrale, anacardi, tuorlo d'uovo, olio di pesce, semi di lino, verdure verdi, latte, funghi, altre noci, farina d'avena, semi di zucca, semi di sesamo, soia, semi di girasole, dolci mais, tofu e cereali integrali,


Ricapitolando:
  • La vitamina D aiuta la salute delle ossa
  • L'esposizione alla luce solare ogni giorno è importante per mantenere i livelli di vitamina D
  • Chiedi al tuo medico di sottoporsi a un esame del sangue per determinare il tuo livello di vitamina D
  • Se sei carente di vitamina D, potrebbe essere necessario assumere un integratore di vitamina D, di vitamina K2 e Magnesio.
  • Il medico curante può raccomandare, se è necessario, di assumere un integratore di vitamina D

Qualche curiosità:
  • Nel seguente studio, l’effetto della supposta di vitamina D sulla mucosa vaginale atrofica nelle donne in menopausa
https://www.maturitas.org/article/S0378-5122(15)00231-5/abstract

  • Altro esperimento trattamento vaginale a base di vitamina D
https://vitamindwiki.com/Vaginal+su…on+–+Feb+2011
In questo studio è stato evidente, visti gli incrementi sierici, l’assorbimento della vitamina D dalla mucosa vaginale.

  • Il seguente articolo è il più curioso: Quattordici uomini adulti si sono offerti volontari per partecipare a un esperimento per valutare il potenziale di crescita del pene come risultato di assumere 50.000 unità di vitamina D 3 e 100 mcg di vitamina K 2 al giorno. La lunghezza del pene è aumentata una media di 0,46 pollici e la circonferenza sono aumentati in media di 0,523 pollici, entrambi statisticamente significativi. Questi risultati sono paragonabili a quelli ottenuti con l’uso di una pompa a vuoto o con la chirurgia.
https://www.researchgate.net/public…h_ Vitamin_D_3


Nel mio sito potrete trovare validi prodotti a base di vitamina D, K2, Calcio e Magnesio

NOTA: Le informazioni contenute in tutti i nostri articoli, sono solo a scopo informativo. Prima dell'uso, si raccomanda di consultare il proprio medico, terapista o altro operatore sanitario. Gli integratori alimentari non devono essere utilizzati come sostituti di una dieta equilibrata. Non superare la dose giornaliera raccomandata. Tenere fuori dalla portata dei bambini e in un luogo fresco e asciutto. Questo prodotto non è un farmaco, è un integratore alimentare.




Nessun commento

Erboristeria saluteXtrema©2017/19
di Fabio Meloni - P.iva: 03719830923 - REA CA-293528
Sede legale: Strada Statale 387 al Km.92,200 - 09040 San Vito Ca
Magazzino: via Nazionale 20/C - 09040 San Vito CA
Telefono/Whatsapp: 3406484973 - Mail: salutextrema@gmail.com
Erboristeria saluteXtrema©2017
di Fabio Meloni - P.iva: 03719830923 - REA CA-293528
Sede legale: Strada Statale 387 al Km.92,200 - 09040 San Vito Ca
Magazzino: via Nazionale 20/C - 09040 San Vito CA
Telefono/Whatsapp: 3406484973 - Mail: salutextrema@gmail.com
Erboristeria saluteXtrema©2017/19
di Fabio Meloni - P.iva: 03719830923 - REA CA-293528
Sede legale: Strada Statale 387 al Km.92,200 - 09040 San Vito Ca
Magazzino: via Nazionale 20/C - 09040 San Vito CA
Telefono/Whatsapp: 3406484973 - Mail: salutextrema@gmail.com
Erboristeria saluteXtrema©2017/19
di Fabio Meloni - P.iva: 03719830923 - REA CA-293528
Sede legale: Strada Statale 387 al Km.92,200 - 09040 San Vito Ca
Magazzino: via Nazionale 20/C - 09040 San Vito CA
Telefono/Whatsapp: 3406484973 - Mail: salutextrema@gmail.com
Torna ai contenuti | Torna al menu