GUIDA AGLI AMMINOACIDI - saluteXtrema Erboristeria on line di Fabio Meloni

saluteXtrema Health Food Store
Mostra carrello
Vai ai contenuti

Menu principale:

GUIDA AGLI AMMINOACIDI

CURIOSITA'
RAMO
ACIDO SPARTICO ASPARTATO (DI POTASSIO, MAGNESIO, SODIO, ECC.)
Amminoacido non essenziale, presente negli alimenti proteici, specie in quelli di origine vegetale e nei germogli. Esso si converte reversibilmente negli organismi in un altro amminoacido, l’asparagina, mentre in commercio spesso si trova sotto forma di sale di Magnesio, Potassio ed in questo modo se ne favorisce l’assimilazione. Rientra nel ciclo di Krebs, è quindi necessario per la liberazione di energia tramite i processi ossidativi. Protegge il fegato in quanto ne favorisce la funzionalità e l’eliminazione dell’ammoniaca. Utile anche per diminuire il senso di spossatezza.

ACIDO GAMMA AMINOBUTIRRICO GABA
Amminoacido non essenziale, in quanto si forma a partire dall’acido glutammico. Come tale funge da neurotrasmettitore (trasmette gli impulsi tra cellule nervose o neuroni). Le fibre nervose che principalmente risentono del GABA (sistema GABAergico) determinano anche il comportamento dell’individuo, per esempio ne diminuiscono l’ansia, inoltre controllano l’attività di altri sistemi, impedendo la loro eccessiva attivazione. Induce calma e tranquillità. Poiché inoltre stimola la secrezione dell’ormone prolattina, è utile nell’ipertrofia prostatica perché aiuta questo organo a tornare alle normali dimensioni. Più che uno stato di carenza, difficile da aversi visto che questa molecola viene prodotta nel nostro organismo a partire da altri composti, si possono avere malfunzionamenti del sistema regolati dal GABA, quali quelli che determinano l’ansia, fino a situazioni di eccessiva irritabilità e comportamento aggressivo. Lesioni che coinvolgono i sistemi GABAergici sono responsabili dell’epilessia e di patologie mentali gravi.

ACIDO GLUTAMMICO GLUTAMMATO
Amminoacido non essenziale, si forma a partire da altri amminoacidi, in particolare dalla glutammina, ed a sua volta è dispensabile per la produzione di altri ancora, mediante un processo biochimico denominato transaminazione. Importante a livello del sistema nervoso centrale, favorisce la disintossicazione da scorie metaboliche, pericolosissime per questo tessuto, è fonte di energia e funge da neurotrasmettitore. È noto che un suo eccesso è responsabile di sintomi quali mal di testa e nausea molto forti, che passano nel giro di 24-48 ore: è la cosiddetta sindrome del ristorante cinese, in quanto è determinata dall’ingestione di cibi ricchi di glutammato di sodio, quali quelli previsti dalla cucina di quel paese. Rientra nella struttura del GTF, (fattore di tolleranza al glucosio) un composto che si trova nel sangue e che, legandosi all’insulina, ne permette l’azione. La carenza di tale amminoacido causa irritabilità in molti soggetti. Si trova in prodotti naturali quali il Lievito di birra e il Lievito di torula.

ALANINA
Amminoacido non essenziale, presente in tutte le fonti proteiche naturali. Fisiologicamente rientra nel metabolismo di altri amminoacidi e può essere convertito in glucosio. Pare che abbia un effetto positivo sulla riduzione del colesterolo se somministrato con arginina e glicina.

ARGININA
Si tratta di un amminoacido che è essenziale durante l’accrescimento (nei bambini) mentre l’organismo adulto è in
grado di biosintetizzarlo in quantità limitata: viene perciò detto amminoacido semiessenziale. Purtroppo si ritrova solo in
quantità significative in alimenti molto ricchi di grassi e carboidrati, quali le carrube, il cioccolato, le noci e nei cereali
grezzi. Rientra nei processi di detossificazione dell’ammoniaca, è precursore dell’ornitina, favorisce la riduzione del
colesterolo nel sangue, partecipa alla formazione ed alla funzione dell’insulina. È in grado di stimolare fisiologicamente
la produzione di GH, l’ormone della crescita, il quale promuove l’armonico accrescimento corporeo nel bambino, mentre
nell’adulto modula l’attività del sistema immunitario, dell’apparato riproduttore e la crescita delle masse muscolari.
Favorisce però la proliferazione dei virus Herpes. Stati di carenza di arginina spesso provocano obesità, sterilità (specie
maschile), invecchiamento precoce, diminuzione della tolleranza al glucosio, accumulo di grassi nel fegato. Prodotti
naturali ricchi di arginina sono l’Aglio ed il Panax Ginseng.
ASPARAGINA Amminoacido non essenziale, si forma dall’acido aspartico e può ritrasformarsi in esso. L’asparagina favorisce la
funzione detossificante del fegato, è importante regolatore del metabolismo del sistema nervoso, infine rientra nella
struttura di numerose proteine ed enzimi.

CARNITINA (L-CARNITINA TARTRATO)
Amminoacido non essenziale, non presente nelle fonti vegetali; può formarsi nel nostro organismo a partire da lisina e metionina, tuttavia si ricorda che anche questi due amminoacidi essenziali sono scarsamente presenti nei vegetali. Ha la funzione di trasportare gli acidi grassi e di promuovere la loro utilizzazione a scopo energetico per cui può risultare particolarmente utile per chi segue diete ipocaloriche per diminuire di peso e chi svolge attività fisiche impegnative, anche sportive. Assunta prima di uno sforzo fisico, favorisce il suo svolgimento; per lo sportivo significa una migliore performance, aumento della capacità aerobica e miglior utilizzo del glicogeno muscolare. È preziosa per gli individui di sesso maschile, i quali ne necessitano apporti maggiori, ed è anche perché dalla carnitina dipende anche la motilità degli spermatozoi: la sua carenza infatti può correlarsi ad alcune forme di sterilità. Necessità di intrioti adeguati di altri nutrienti, quali la vitamina C, la B6 ed il ferro.

CISTEINA
Amminoacido non essenziale, si forma nel fegato a partire da metionina e serina. Fonti naturali di questo amminoacido sono la carne, alcuni cereali (soprattutto il miglio), i prodotti derivati dal latte e le uova. Svolge azione antiossidante e scavenger (spazzino) di metalli tossici, sia direttamente sia attraverso il glutatione, una molecola che si forma a partire dalla cisteina, per cui esercita un’azione protettiva contro gli effetti dell’alcol, del fumo, dell’inquinamento. Importante a livello della struttura dei capelli: grandi quantità di cisteina e del suo derivato cistina vengono incorporate nella proteina che costituisce lo stelo del capello, la cheratina, conferendole robustezza e stabilità agli agenti aggressivi esterni: come risultato si ha un capello più forte e di diametro maggiore. Carenze di cisteina possono provocare sonnolenza, debolezza, lesioni epidermiche, capelli fragili e sfibrati, soggetti a caduta.

CISTINA
Amminoacido non essenziale, si forma a partire dalla cisteina. Fonte naturale ricca di questo amminoacido è il miglio. Svolge azione detossificante nei confronti dei metalli pesanti come il mercurio ed il cadmio. Indispensabile per la salute della pelle, del cuoio capelluto e dei capelli, in quanto rientra nella costituzione delle maggiori proteine dello stelo capillare, le cheratine, per cui una sua carenza produce capelli più fragili e sottili: la carenza di cistina provoca infatti perdita di capelli.

CITRULLINA
Si tratta di un amminoacido poco noto e dal nome originale, che si trova nel nostro organismo principalmente a livello di fegato. In natura si trova abbondantemente nei vegetali, soprattutto nell’aglio e nella cipolla. Essa rientra, insieme all’arginina e alla ornitina, nel cosiddetto ciclo dell’urea, cioè in quel complesso di reazioni biochimiche attraverso le quali, insieme ai suddetti fattori, si ottiene la detossificazione dell’ammoniaca, composto derivato dal metabolismo degli amminoacidi, che dev’essere rimosso dalle cellule perché è per loro dannoso. L’ammoniaca viene trasformata in urea e come tale viene eliminata per via renale. La citrullina è allo stesso tempo precursore e derivato di arginina ed ornitina, potendo interconvertirsi in questi due amminoacidi con facilità, per cui le loro azioni sono strettamente legate.

FENILALANINA
Amminoacido essenziale, aumenta l’attività delle endorfine, composti che regolano la percezione del dolore sia fisico, dovuto a malattie acute o croniche, sia psicologico, derivante da stress affettivi; è partito utile nel caso di reumatismi articolari, emicrania, artrite, depressione psichica. Necessaria per la funzionalità della ghiandola tiroide. Essendo precursore di altre sostanze regolatrici cerebrali, ha effetto tonico generale, migliora le capacità di concentrazione e mantiene a lungo il senso di sazietà; per il suo miglior utilizzo è consigliato un adeguato apporto di vitamine B6 e C.
Carenze di fenilalanina possono causare infiammazioni oculari, cataratta, disturbi del comportamento, riduzione della memoria, maggiore incidenza di eczemi cutanei. Sconsigliata per chi soffre di ipertensione, in gravidanza e per le persone affette da fenilchetonuria (malattia genetica).
Fabbisogno giornaliero: 14 mg ogni kg di peso corporeo, secondo FAO/OMS 1973

GLICINA
Amminoacido non essenziale. Rientra nella composizione di altre molecole fisiologicamente importantissime quali il glutatione, gli acidi biliari presenti nella bile e gli acidi nucleici (DNA, RNA).

GLUTAMMINA
Amminoacido non essenziale, precursore dell’acido glutammico. La glutammina è molto importante per il sistema nervoso, anche perché essa può entrare liberamente nelle cellule nervose (è in grado di passare la barriera ematoencefalica, cioè di passare dal sangue al cervello: non molte molecole possono farlo) e qui trasformarsi in acido glutammico, che come tale non può venire assunto dal sangue. La glutammina è indispensabile per mantenere efficiente il metabolismo delle proteine e degli altri amminoacidi. Pare riduca sia il desiderio di assumere alcool che i danni da esso derivati, favorisca la guarigione delle ulcere dello stomaco diminuisca il desiderio di assumere carboidrati e promuova la concentrazione mentale. La carenza di glutammina è spesso associata ad irritabilità; ad alte dosi può essere tossica.

GLUTATIONE
Il glutatione è formato dall’unione di cisteina, acido glutammico e glicina. Esso ha azione disintossicante ed è in grado di neutralizzare i radicali liberi, contrastando il danneggiamento di tutte le cellule da esso derivate, che è una delle cause dell’invecchiamento. Protegge il fegato dai danni causati dall’alcol.

ISOLEUCINA
Amminoacido essenziale a catena ramificata, necessario per la costituzione di proteine di numerosi tessuti, quali i muscoli ed il connettivo, ed in particolare del collagene. Assieme agli altri due amminoacidi ramificati, cioè la valina e la leucina, va a costituire il 30% della massa muscolare e viene consumato durante lo sforzo fisico per produrre energia. Fisiologicamente stimola il rilascio di insulina e rientra nei processi di formazione dell’emoglobina. La sua carenza può provocare disturbi mentali e fisici e si riscontra spesso nei malati cronici. Prodotti naturali ricchi di isoleucina sono la Proteina di soia ed il Fegato essiccato.
Fabbisogno giornaliero: 10 mg ogni kg di peso corporeo, secondo FAO/OMS 1973

ISTIDINA
Si tratta di un amminoacido essenziale per il bambino, ma anche l’adulto è in grado di sintetizzare autonomamente.Stimola la funzione del nervo uditivo ed è comunque necessaria per la funzionalità dei tessuti nervosi in quanto mantiene lo stato isolante che circonda i nervi (guaina mielinica). Rientra nella costituzione di numerosi enzimi. Coinvolto nelle relazioni allergiche ed infiammatorie, è precursore dell’istamina. Ha azione vasodilatatrice e diminuisce la pressione sanguigna. Stimola la secrezione gastrica di pepsina e di acido cloridrico. Svolge un ruolo di attivatore della risposta all’eccitazione sessuale maschile. Richiede un adeguato rapporto di vitamine B6 e C per il suo utilizzo. La sua carenza può essere causa di disturbi uditivi.
Fabbisogno giornaliero:14 mg ogni kg di peso corporeo, secondo FAO/OMS 1973

LEUCINA
Amminoacido essenziale a catena ramificata. Assieme agli altri due amminoacidi ramificati, l’isoleucina e la valina, costituisce gran parte della massa muscolare ed il suo apporto è infatti critico per il muscolo in quanto necessita di questo nutriente per contrarsi: dalla trasformazione dei tre ramificati si ottiene l’energia necessaria per il lavoro fisico. La leucina è l’amminoacido più utilizzato a livello muscolare a scopo energetico. Essa, proprio come gli altri ramificati, favorisce la crescita della massa muscolare, sia direttamente sia perché stimola il rilascio di insulina, la quale promuove l’incorporazione di nuovi amminoacidi nei muscoli, aumentandone la massa. Necessita di un apporto adeguato di vitamine del gruppo B, in particolare la B3. Prodotti naturali ricchi di leucina sono la Proteina di soia, il Fegato essiccato, il Miglio.

LISINA
Amminoacido essenziale, non presente nelle fonti vegetali come i cereali, ma soprattutto nelle proteine animali della carne, del latte e dei formaggi, del pesce, della soia e dei lieviti. È in grado di limitare la proliferazione del virus dell’ Herpes: a questo scopo viene somministrata in adeguati dosaggi, seguendo una dieta povera di arginina, ed assumendo contemporaneamente vitamina C. Indispensabile per i processi di riparazione tissutale, la formazione degli anticorpi, ormoni e carnitina. La carenza di questo amminoacido comporta inappetenza, calo di peso, anemia, difficoltà di concentrazione, stanchezza ed aumento dell’eliminazione renale del calcio, con conseguente rischio di calcoli.
Prodotti naturali ricchi in lisina sono il Lievito di birra, il Lievito di torula e la Proteina di soia.
Fabbisogno giornaliero: 13 mg ogni kg di peso corporeo, secondo FAO/OMS 1973

METIONINA
Amminoacido essenziale, non è presente nelle proteine vegetali, tranne nel caso della soia: le fonti di metionina più importanti sono la carne, il latte, il pesce e le uova. Contribuisce significativamente ad abbassare i livelli di grassi nel sangue. Indispensabile per l’attività di sistemi che detossificano l’organismo. Precursore della taurina, della cisteina, e della cistina, assieme a queste due ultime costituisce la classe degli amminoacidi solforati, così detti in quanto nella loro molecola contengono un atomo di zolfo. La presenza dello zolfo permette loro di sequestrare i metalli pesanti, altamente tossici per l’organismo, e di svolgere un' azione antiossidante, limitando i danni provocati dai radicali liberi. Responsabile del buon utilizzo del selenio nell’organismo. È indispensabile per produrre adrenalina, acetilcolina e creatina. Particolarmente importante per mantenere la buona salute della pelle, dei capelli, del sistema nervoso e del fegato. Richiede adeguato introito di vitamina B6 per il suo utilizzo. Carenze di metionina possono causare riduzione del tono cutaneo, perdita o depigmentazione dei capelli, debolezza ed astenia, rallentamento della sintesi proteica, infiltrazioni di grasso a livello del fegato. È presente nel prodotto naturale Proteina di soia.

ORNITINA
Amminoacido non essenziale, l’ornitina partecipa, assieme all’arginina ed alla citrullina, al ciclo dell’urea, cioè a quella seria di reazioni biochimiche attraverso le quali si ottiene la conversione dell’ammoniaca, sottoprodotto tossico del metabolismo amminoacidico, in urea, inoffensiva e facilmente eliminabile con le urine. Come l’arginina inoltre stimola la secrezione dell’ormone della crescita (GH) che nell’adulto regola la funzionalità del sistema immunitario e riproduttivo, limita la deposizione del grasso nel tessuto adiposo e favorisce l’accrescimento muscolare in modo fisiologico.

PROLINA
Amminoacido essenziale. La prolina è indispensabile per la salute della pelle, dei muscoli e del tessuto connettivo: insieme alla vitamina C (acido ascorbico) forma la idrossiprolina, costituente importantissimo del collagene, dei legamenti e dei tendini. La sua assunzione selettiva può essere utile nel caso di strappi muscolari, rilassamento dei tessuti cutanei e lesioni ai legamenti.

SERINA
Amminoacido non essenziale, riscontrabile nelle normali fonti alimentari. Dalla serina nell’organismo si può formare il glucosio, per cui questo amminoacido oltre a rientrare nella costituzione delle proteine corporee (funzione plastica) è anche fonte di energia (funzione energetica). Partecipa alla formazione degli acidi nucleici (DNA, RNA).

TAURINA
Amminoacido non essenziale per l’adulto, contenente zolfo (amminoacido solforato), si forma nel fegato a partire da metionina e cisteina, con la partecipazione della vitamina B6; si trova esclusivamente nelle proteine animali (carne, latte, pesce, uova). Ha azione antiossidante, rientra nella composizione della bile, regola i valori di sodio, potassio, magnesio e calcio nelle varie cellule; indispensabile per le funzioni del tessuto muscolare e nervoso, in quanto funziona da neurotrasmettitore (molecola che assicura la conduzione degli impulsi nervosi).

TIROSINA
Amminoacido non essenziale, derivato dalla fenilalanina; fonti naturali sono le banane, il formaggio, il latte, le mandorle ed altra frutta secca. Dalla tirosina si formano molecole importantissime a livello cerebrale come la noradrenalina, la dopamina e l’adrenalina, ed anche gli ormoni della tiroide; un uso eccessivo può indurre ipertensione e cefalea (è uno dei fattori che determinano l’insorgenza della cefalea dopo ingestione di formaggi). Utile nel trattamento di allergie stagionali (febbre da fieno). Presente nel prodotto naturale Proteina di soia.

TREONINA
Amminoacido essenziale, poco presente nei comuni alimenti vegetali (soprattutto nei cereali), mentre si trova in quantità adeguate nei legumi. Necessaria per la normale funzione del fegato, previene l’accumulo di grasso in questo organo. Interviene nella regolazione dell’attività digestiva sia a livello dello stomaco che dell’intestino, favorisce i processi di assimilazione degli alimenti. La carenza di treonina può provocare irritabilità, disturbi della personalità, debolezza muscolare, difficoltà digestive.
Prodotti naturali particolarmente ricchi di questo amminoacido sono il Fegato essiccatoe la Proteina di soia.
Fabbisogno giornaliero: 7 mg ogni kg di peso corporeo, secondo FAO/OMS 1973

TRIPTOFANO
Amminoacido essenziale, si trova sia in alimenti vegetali, come le banane, i datteri, le noccioline, sia animali, come carne, pesce, formaggio. Precursore della serotonina, neurotrasmettitore coinvolto nella regolazione della ricerca di cibo, nell’induzione del sonno e nel rilassamento psichico: può essere utile quindi durante lo svolgimento di diete ipocaloriche per contenere il senso di fame e l’irrequietezza, e per chi ha problemi di insonnia o depressione, anche postmenopausale. Insieme al Magnesio esercita una potente azione sedativa. Rientra nel metabolismo degli acidi grassi essenziali (vitamina F). Il suo utilizzo viene favorito dall’assunzione concomitante di vitamina C e B6.

La carenza di triptofano può causare depressione, ansia, insonnia, fragilità della pelle e degli annessi cutanei. Non assumere in gravidanza.

Fabbisogno giornaliero: 4 mg ogni kg di peso corporeo, secondo FAO/OMS 1973

VALINA
Amminoacido essenziale a catena ramificata: assieme agli altri due ramificati, leucina ed isoleucina, compone la maggior parte delle proteine muscolari e viene convertito in energia per la contrazione muscolare. Promuove la coordinazione muscolare ed è necessario per il buon funzionamento del sistema nervoso ed è utile nei casi di infiammazione. Consigliata l’assunzione in associazione alle vitamine del gruppo B. La sua carenza può provocare nervosismo e disturbi del sonno.
Prodotti naturali ricchi di valina sono il Fegato essiccato e la Proteina di soia.
RAMO
AVVERTENZE:
Le informazioni contenute in tutti i nostri articoli, sono solo a scopo informativo. Prima dell'uso, si raccomanda di consultare il proprio medico, terapista o altro operatore sanitario. Gli integratori alimentari non devono essere utilizzati come sostituti di una dieta equilibrata. Non superare la dose giornaliera raccomandata. Tenere fuori dalla portata dei bambini e in un luogo fresco e asciutto.
I risultati non sono garantiti e possono variare a seconda delle circostanze e da persona a persona!
Le informazioni riportate non sostituiscono in alcun modo il parere di un medico o di un esperto di nutrizione!
La Ditta Meloni Fabio non si ritiene responsabile di un inadeguato uso del prodotto!
RAMO
Erboristeria saluteXtrema©2017/18
di Fabio Meloni - P.iva: 03719830923 - REA CA-293528
Sede legale: Strada Statale 387 al Km.92,200 - 09040 San Vito Ca
Magazzino: via Nazionale 20/C - 09040 San Vito CA
Telefono/Whatsapp: 3406484973 - Mail: salutextrema@gmail.com
Erboristeria saluteXtrema©2017
di Fabio Meloni - P.iva: 03719830923 - REA CA-293528
Sede legale: Strada Statale 387 al Km.92,200 - 09040 San Vito Ca
Magazzino: via Nazionale 20/C - 09040 San Vito CA
Telefono/Whatsapp: 3406484973 - Mail: salutextrema@gmail.com
Erboristeria saluteXtrema©2017/18
di Fabio Meloni - P.iva: 03719830923 - REA CA-293528
Sede legale: Strada Statale 387 al Km.92,200 - 09040 San Vito Ca
Magazzino: via Nazionale 20/C - 09040 San Vito CA
Telefono/Whatsapp: 3406484973 - Mail: salutextrema@gmail.com
Erboristeria saluteXtrema©2017/18
di Fabio Meloni - P.iva: 03719830923 - REA CA-293528
Sede legale: Strada Statale 387 al Km.92,200 - 09040 San Vito Ca
Magazzino: via Nazionale 20/C - 09040 San Vito CA
Telefono/Whatsapp: 3406484973 - Mail: salutextrema@gmail.com
Torna ai contenuti | Torna al menu